mostra temporanea

INTAGLI ALPINI
//legni decorati tra Valli valdesi e Queyras

conclusa
il 15/10/21

La decorazione a intaglio degli oggetti lignei è stata, per un lungo periodo, tra il XVIII e il XIX secolo, una pratica diffusa in area alpina e le Valli valdesi ne rappresentano un notevole esempio. Cofani, cofanetti e scatole, cucchiai e collari, piccoli oggetti d’uso quotidiano, venivano riccamente decorati a punta di coltello e spesso colorati, sovente per essere donati in particolari circostanze, come i matrimoni. Sono infatti giunti sino a noi manufatti di alto livello tecnico e con caratteristiche peculiari del territorio di grande interesse, finora poco studiate. Presso il Museo valdese di Torre Pellice, il principale tra i musei del Sistema eco-storico delle Valli valdesi, si conservano oltre quaranta manufatti decorati ad intaglio, spesso policromi, e dallo studio di questo nucleo è partito un progetto di censimento e ricerca, presso altri musei del territorio e soprattutto presso diverse collezioni private, che ha permesso di raccogliere un inaspettato numero di oggetti decorati. La ricerca, partita dalle Valli valdesi, si è allargata al vicino Queyras, avvalendosi della collaborazione del collezionista Stéphane Chevallier, di Guillestre, indagando così tra le similitudini e le differenze nella pratica della decorazione ad intaglio delle due aree.

Nella mostra Intagli alpini. Legni decorati delle Valli valdesi, vengono per la prima volta accostati 200 oggetti, selezionati tra musei e collezioni private, consentendo così di far emergere quelli che sono gli aspetti peculiari di quest’area. Il fenomeno della decorazione degli oggetti d’uso quotidiano in legno assume quindi un’inedita rilevanza quantitativa e qualitativa, consentendo di ipotizzare che vi sia stata una produzione più diffusa di quanto non si potesse pensare sino ad oggi.

Il Museo dedica tante attività anche ai più piccoli.
Scarica qui le schede gioco sulla mostra, chiedile al Bookshop o scrivi a il.barba@fondazionevaldese.org

ESPLORA LA MOSTRA

tipologie di oggetti

Le tipologie di oggetti ritenuti meritevoli di una decorazione intagliata possono variare da valle a valle. Nelle Valli valdesi ad essere decorati erano soprattutto cofanetti e scatole di varie dimensioni, dai cofani portacorredo ai piccoli portapenne, ma gli elementi decorativi si ritrovavano con frequenza anche su conocchie, cucchiai, saliere e portalibri; più raramente stampi da burro e tabacchiere.

Portapenne
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 24×6,5×4,9
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10228

Scatola
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 27,5x10x10,5
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10230

Saliera
XIX secolo ?
Legni di latifoglie, cuoio, ferro
Misure: cm 24,5x22x27
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10073

Conocchie per filare
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 14010-10166-11760-13590-14011-12918

Scatola
XIX secolo ?
Misure: cm10,5×10,5×7
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Cucchiaio
XIX secolo ?
Misure: cm 28,5
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Collare
1737
Misure: cm 46
Provenienza: Rorà
Museo valdese di Rorà

ESPLORA LA MOSTRA

tipologie di oggetti

Le tipologie di oggetti ritenuti meritevoli di una decorazione intagliata possono variare da valle a valle. Nelle Valli valdesi ad essere decorati erano soprattutto cofanetti e scatole di varie dimensioni, dai cofani portacorredo ai piccoli portapenne, ma gli elementi decorativi si ritrovavano con frequenza anche su conocchie, cucchiai, saliere e portalibri; più raramente stampi da burro e tabacchiere.

Portapenne
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 24×6,5×4,9
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10228

Scatola
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 27,5x10x10,5
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10230

Saliera
XIX secolo ?
Legni di latifoglie, cuoio, ferro
Misure: cm 24,5x22x27
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10073

Conocchie per filare
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 14010-10166-11760-13590-14011-12918

Scatola
XIX secolo ?
Misure: cm10,5×10,5×7
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Cucchiaio
XIX secolo ?
Misure: cm 28,5
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Collare
1737
Misure: cm 46
Provenienza: Rorà
Museo valdese di Rorà

due secoli di decori

Nelle vallate piemontesi il periodo di maggior sviluppo dello stile decorativo a intaglio è riscontrabile, sugli oggetti datati, a partire dalla seconda metà del XVII secolo con una concentrazione della pratica nel XVIII secolo.
Gli oggetti decorati che si sono conservati nelle Valli valdesi risultano risalenti alla seconda metà del XVIII e soprattutto al XIX secolo, mentre le testimonianze di oggetti intagliati nel XVII secolo sono scarse.

Saliera
1790
Legno di latifoglia
Misure: cm 23x22x39,5
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10059

Saliera da tavolo
1783
Legno di latifoglia
Misure: cm 8,5×11,5×11
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 11667

Collare
1775
Legno di latifoglia
Misure: cm 23,5×42
Provenienza: Rorà
Museo valdese; inv. 13861

Collare
1814
Legno di latifoglia
Misure: cm 31×49
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10021

due secoli di decori

Nelle vallate piemontesi il periodo di maggior sviluppo dello stile decorativo a intaglio è riscontrabile, sugli oggetti datati, a partire dalla seconda metà del XVII secolo con una concentrazione della pratica nel XVIII secolo.
Gli oggetti decorati che si sono conservati nelle Valli valdesi risultano risalenti alla seconda metà del XVIII e soprattutto al XIX secolo, mentre le testimonianze di oggetti intagliati nel XVII secolo sono scarse.

Saliera
1790
Legno di latifoglia
Misure: cm 23x22x39,5
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10059

Saliera da tavolo
1783
Legno di latifoglia
Misure: cm 8,5×11,5×11
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 11667

Collare
1775
Legno di latifoglia
Misure: cm 23,5×42
Provenienza: Rorà
Museo valdese; inv. 13861

Collare
1814
Legno di latifoglia
Misure: cm 31×49
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10021

le decorazioni: rosoni, vortici e spirali

La decorazione di tipo geometrico è predominante su tutto l’arco alpino, seppur con alcune differenze tra le varie zone; è caratterizzata da pochi elementi di base riprodotti in molte varianti: rosoni, soli raggianti, vortici e spirali, triangoli, linee spezzate, denti di sega o di lupo.
Le decorazioni ispirate alla natura e alle figure animali sono quasi del tutto assenti e, se presenti, ridotte a stilizzazioni.
Alcuni manufatti venivano personalizzati con l’incisione della data e delle iniziali del nome, raramente riportato per esteso.

Collare per capre o pecore
XIX secolo ?
Legno di latifoglia, osso, cuoio, ferro
Misure: cm 9,5×24
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 12413

Portapenne
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 24×6,5×4,9
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10228

Cofano portacorredo
XIX secolo ?
Misure: cm 84,5×42,5×31,5
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Cofanetto portacorredo
1840
Misure: cm 43,7×21,5×14,7
Provenienza: Bobbio Pellice
Collezione privata

le decorazioni: rosoni, vortici e spirali

La decorazione di tipo geometrico è predominante su tutto l’arco alpino, seppur con alcune differenze tra le varie zone; è caratterizzata da pochi elementi di base riprodotti in molte varianti: rosoni, soli raggianti, vortici e spirali, triangoli, linee spezzate, denti di sega o di lupo.
Le decorazioni ispirate alla natura e alle figure animali sono quasi del tutto assenti e, se presenti, ridotte a stilizzazioni.
Alcuni manufatti venivano personalizzati con l’incisione della data e delle iniziali del nome, raramente riportato per esteso.

Collare per capre o pecore
XIX secolo ?
Legno di latifoglia, osso, cuoio, ferro
Misure: cm 9,5×24
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 12413

Portapenne
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 24×6,5×4,9
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10228

Cofano portacorredo
XIX secolo ?
Misure: cm 84,5×42,5×31,5
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Cofanetto portacorredo
1840
Misure: cm 43,7×21,5×14,7
Provenienza: Bobbio Pellice
Collezione privata

Le decorazioni della val Pellice: le spirali colorate

La presenza della spirale colorata di rosso, blu, verde o nero, ripetuta in numerose varianti, rende riconoscibili gli oggetti prodotti in alta val Pellice, soprattutto nei comuni di Bobbio e Villar Pellice, rispetto a quelli delle vallate circostanti.
La spirale si ritrova indistintamente sia sui collari da campanaccio che sui cofanetti matmoniali.
L’uso dei colori, per mettere in risalto le decorazioni, è molto diffuso in val Pellice.

Saliera
XIX secolo ?
Legni di latifoglie, cuoio, ferro
Misure: cm 24,5x22x27
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10073

Scatola
1843
Misure: cm 19x15x13
Provenienza: Bobbio Pellice
Collezione Chevallier

Collare
1775
Misure: cm 37
Provenienza: Rorà
Museo valdese di Rorà

Scatola
XIX secolo ?
Misure: cm 35x22x20
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Portapenne
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 24×6,5×4,9
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10228

Cofanetto portacarte
1877
Misure: cm 49,5x26x31
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Le decorazioni della val Pellice: le spirali colorate

La presenza della spirale colorata di rosso, blu, verde o nero, ripetuta in numerose varianti, rende riconoscibili gli oggetti prodotti in alta val Pellice, soprattutto nei comuni di Bobbio e Villar Pellice, rispetto a quelli delle vallate circostanti.
La spirale si ritrova indistintamente sia sui collari da campanaccio che sui cofanetti matmoniali.
L’uso dei colori, per mettere in risalto le decorazioni, è molto diffuso in val Pellice.

Saliera
XIX secolo ?
Legni di latifoglie, cuoio, ferro
Misure: cm 24,5x22x27
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10073

Scatola
1843
Misure: cm 19x15x13
Provenienza: Bobbio Pellice
Collezione Chevallier

Collare
1775
Misure: cm 37
Provenienza: Rorà
Museo valdese di Rorà

Scatola
XIX secolo ?
Misure: cm 35x22x20
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Portapenne
XIX secolo ?
Legno di latifoglia
Misure: cm 24×6,5×4,9
Provenienza: val Pellice
Museo valdese; inv. 10228

Cofanetto portacarte
1877
Misure: cm 49,5x26x31
Provenienza: val Pellice
Collezione privata

Queyras e val Pellice: confronto tra valli

Le tipologie di oggetti decorati, i tipi di decorazione, la tecnica di scultura con il coltello e la sgorbia, sono tutti elementi comuni sia dell’area francese del Queyras che alle Valli valdesi e del pragelatese.
A differenza del versante alpino italiano, nel Queyras, si riscontra una maggior varietà di decorazioni: abbondano i motivi vegetali, floreali e di tipo rinascimentale; ma anche la presenza sui manufatti di citazioni, nomi, iniziali e scritte.
Nelle due aree l’utilizzo del legname era differente: in val Pellice era impiegato meno legno nella costruzione delle abitazioni e venivano utilizzati alberi di dimensioni minori rispetto alle grosse sezioni d’albero usate nel Queyras. Nel versante francese sono stati realizzati mobili imponenti come armadi, bauli, credenze e madie, meno presenti in val Pellice.
Gli oggetti di piccole dimensioni come scatole e cofanetti, in Queyras, hanno la particolarità di essere costruiti in forme differenti ed elaborate, mentre in val Pellice la maggior parte è semplicemente inchiodata.

Cofanetto
1730
Queyras, Ristolas, La Monta
Pino cembro, contrassegnato W IB-IFC 1730.
Questo magnifico cofanetto racchiude in sé tutte le caratteristiche delle scatole del Queyras: varietà e qualità delle decorazioni scolpite, iniziali e data, una bella serratura, fabbricazione molto curata.
Collezione Chevallier

Scatola
1843
Misure: cm 19x15x13
Provenienza: Bobbio Pellice
Collezione Chevallier

Scatola
1812
Queyras, Molines, Fontgillarde
Scatola ornata con decorazioni vegetali policrome con alternanza di rosso e verde scuro. Particolare attenzione è stata posta alla qualità degli elementi metallici quali cerniere e serratura a chiavistello.
Collezione Chevallier

Queyras e val Pellice: confronto tra valli

Le tipologie di oggetti decorati, i tipi di decorazione, la tecnica di scultura con il coltello e la sgorbia, sono tutti elementi comuni sia dell’area francese del Queyras che alle Valli valdesi e del pragelatese.
A differenza del versante alpino italiano, nel Queyras, si riscontra una maggior varietà di decorazioni: abbondano i motivi vegetali, floreali e di tipo rinascimentale; ma anche la presenza sui manufatti di citazioni, nomi, iniziali e scritte.
Nelle due aree l’utilizzo del legname era differente: in val Pellice era impiegato meno legno nella costruzione delle abitazioni e venivano utilizzati alberi di dimensioni minori rispetto alle grosse sezioni d’albero usate nel Queyras. Nel versante francese sono stati realizzati mobili imponenti come armadi, bauli, credenze e madie, meno presenti in val Pellice.
Gli oggetti di piccole dimensioni come scatole e cofanetti, in Queyras, hanno la particolarità di essere costruiti in forme differenti ed elaborate, mentre in val Pellice la maggior parte è semplicemente inchiodata.

Cofanetto
1730
Queyras, Ristolas, La Monta
Pino cembro, contrassegnato W IB-IFC 1730.
Questo magnifico cofanetto racchiude in sé tutte le caratteristiche delle scatole del Queyras: varietà e qualità delle decorazioni scolpite, iniziali e data, una bella serratura, fabbricazione molto curata.
Collezione Chevallier

Scatola
1843
Misure: cm 19x15x13
Provenienza: Bobbio Pellice
Collezione Chevallier

Scatola
1812
Queyras, Molines, Fontgillarde
Scatola ornata con decorazioni vegetali policrome con alternanza di rosso e verde scuro. Particolare attenzione è stata posta alla qualità degli elementi metallici quali cerniere e serratura a chiavistello.
Collezione Chevallier

RACCONTI DAL TERRITORIO

Val Germanasca

Immagini e testimonianze raccolte da Debora Turina durante la ricerca confluita nella tesi Decorazione e intaglio nelle Alpi Cozie: una ricerca sul campo nelle Valli valdesi, Università degli Studi di Torino, 2020

//La canaoulo del covid-19

//Canaoulo

//Eicrinh
piccola madia

//Astuccio porta-uncinetto

//Portacote

//Collare per animali

//Oggetti di famiglia

Val Pellice

//Canaoulo

//Oggetti in legno della val d’Angrogna

//Cucchiai di legno

//Stampi per burro

//Portapenne

//Cofanetti di famiglia

//Cofanetto regalo

//Collare per animali intagliato

//Collare per animali

//Oggetti decorati di famiglia

5×1000 e altri modi per sostenere la Fondazione Centro Culturale Valdese